Pagine

martedì 26 luglio 2011

Egotismo e sesso anale.

Quello che mi dispiace è che il lurido verme schifoso V. F. (la leggessi anche solo io sta cosa col cazzo che cito il suo nome) abbia montato tutto questo casino solo per l'ennesima iniezione di pubblicità alla carta da culo che ogni mattina ammorba le edicole italiane. Perchè nemmeno un idiota totale (per esempio A. S. direttore della carta da culo di cui sopra) potrebbe scrivere o tantomeno pensare tale stronzata.
Per tanto a lui dedico il mio pensiero della buonanotte, una breve scenetta con cui chiudere serenamente la giornata.

Un'isola, V. F. in uniforme da poliziotto e cinquecento "negri" (cito V. F.) completamente nudi pronti a sodomizzarlo. Quando il novantaduesimo gli sta conficcando la sua immensa verga nell'ano ormai sfondato entro in scena e parlo con V. F., per fargli osservare come i "negri" (cito V. F.) che stanno aspettando di trapanargli il culo non stiano in una fila composta ma si accalchino e spintonino, per poter passare davanti agli altri e non doversi ritrovare ad inculare un cadavere. Che bruttura.
"Evidentemente l'uomo non ha, o forse ha perso nei secoli, l'abitudine e l'attitudine a combattere in favore della comunità della quale pure fa parte. In lui prevalgono l'egoismo e l'egotismo. Non è più capace di identificarsi con gli altri e di sacrificarsi per loro, probabilmente convinto che loro non si sacrificherebbero per lui".

Nessun commento:

Posta un commento