Pagine

martedì 18 ottobre 2011

Ordine e sicurezza.

Giusto per fare ordine e chiarezza metto tutto nero su bianco.
Bisogna arrestare e condannare chiunque metta a ferro e fuoco una città. Bisogna isolare quella manica di criminali che saltellano da una manifestazione all'altra col solo scopo di distruggere e dare sfogo alle proprie passioni criminali.
Però. C'è un però.
Però bisogna condannare anche chi non ha gestito la situazione, chi nonostante i proclami ha ignorato il pericolo.
Però bisogna condannare i "giornalisti" che hanno girato la telecamera o la macchina fotografica, perché fa più notizia un'auto in fiamme che un manifestazione pacifica.
Però bisogna ribadire con forza che tutti hanno il diritto di ODIARE!
Il grande inganno sta in questo, ci vogliono far credere che odiare sia sbagliato, vogliono condannare chi odia, vogliono mettere un freno al nostro odio.
Ho il diritto di odiare una classe dirigente vecchia, corrotta e traffichina.
Ho il diritto di odiare un nano maniaco sessuale che per scampare al carcere occupa una delle più alte cariche dello Stato.
Ho il diritto di odiare uno schifoso fascista ignorante che fa il ministro.
Ho il diritto di odiare una manica di idioti vestiti di verde che rivendicano i diritti di una popolazione inesistente.
Ho il diritto di odiare chi ruba la vita di tanti giovani che non trovano lavoro.
Ho il diritto di odiare i dirigenti ridicoli della nostra pseudosinistra.
Ho il diritto di odiare anche per i motivi più stupidi: non posso violare la legge, ma posso odiare tanto e quanto voglio.
Bisogna diffidare di chiunque cerchi di negarci questo diritto fondamentale.

ODIO ODIO ODIO!

Augh.

Nessun commento:

Posta un commento